Corrispettivi telematici: in via transitoria ancora utilizzabili scontrini e ricevute fiscali

A partire da oggi i contribuenti obbligati alla gestione dei corrispettivi telematici – in via anticipata al 1° luglio 2019 – sono tenuti all’emissione del documento commerciale in luogo dello scontrino fiscale o della ricevuta fiscale, a norma dell’art. 2 del D.Lgs. n. 127/2015. Sono tuttavia molti i soggetti che non sono riusciti a farsi trovare pronti alla scadenza. Per venire incontro alle esigenze dei contribuenti, ed anche alla luce delle disposizioni introdotte con il Decreto Crescita (D.L. n. 34/2019 ), recentemente convertito in legge n. 58/2019, con Circolare n. 15/E/2019, diramata nella giornata di sabato 29 giugno, l’Agenzia delle Entrate ha aperto alla possibilità di proseguire, in via transitoria, con l’utilizzo dei registratori di cassa o delle ricevute fiscali. In alternativa all’utilizzo di un Registratore Telematico, inoltre, è stata altresì resa disponibile l’annunciata applicazione web che consente l’emissione del “documento commerciale on line”. (continua a leggere)