Contributi per le imprese artigiane di autotrasporto

Il comitato EBAV AUTOTRASPORTO, nella seduta dello scorso 21 ottobre, ha deciso di estendere i benefici dei quadri A11C – A11Q, relativi alle certificazioni di qualità, rendendo possibile la richiesta di contributo per ogni tipologia di certificazione volontaria adottata da parte dell’impresa e non solo per quelle già pubblicizzate.

Il contributo sulle spese sostenute nell’anno di competenza riguarderà le Consulenze per la costruzione di sistemi inerenti alle seguenti certificazioni/normative:

– ISO 9000 (9001/2008 e 9001/2015)
– ISO 22000
– ISO 14000
– Standard BRC-IFS
– Certificazione di Filiera (ad es. ISO 22005)
– UNI EN 1090
– EMAS 14000
– OHSAS 18000
– Responsabilità Sociale SA 8000
– Certificazione GMP+
– Etichettatura nutrizionale – Regolamento (UE) n. 1169/2011 del 25 ottobre 2011 (Solo Consulenze – Per Test e analisi utilizzare il Servizio A11P Sostegno alla qualità – Controllo prodotti)

Nello specifico, si ricorda che:

– l’anno di competenza delle spese sostenute è l’anno di emissione della fattura;
– l’ente bilaterale non eroga contributi per il mantenimento delle certificazioni (visite annuali di sorveglianza);
– è indispensabile che per ogni contributo richiesto venga predisposta una sola domanda, compilando il relativo riquadro.
– il contributo è calcolato sui costi al netto dell’Iva.

Il comitato, vista l’esigenza reale, ha inoltre deciso di attivare anche per la categoria dell’autotrasporto il servizio per dipendenti assenti per maternità, erogando un contributo alle aziende che abbiano in forza un dipendente in congedo per maternità/paternità nell’anno di competenza.

A tal proposito, ricorda che:

– il contributo può essere richiesto al rientro lavorativo del dipendente;
– l’anno di competenza di riferimento è l’anno del primo rientro lavorativo;
– dal rientro lavorativo deve essere stato effettuato almeno un versamento mensile ad EBAV;
– in caso di maternità, deve essere stata presentata una domanda per maternità (modello D11m) EBAV;
– in caso di paternità, il congedo parentale deve risultare di durata superiore a 90 giorni di calendario, anche non consecutivi;
– EBAV, per l’esame della pratica, potrà richiedere in qualsiasi momento documentazione integrativa.

Manuela Antoniazzi
Referente categoria Autotrasporti
0437 933204
mantoniazzi@confartigianatobelluno.eu

Renzo Della Vecchia
Sportello EBAV
0437 933260
formazione@confartigianatobelluno.eu