Diritto annuo dovuto alla Camera di Commercio

Tutte le imprese iscritte o annotate nel Registro delle Imprese, sia per la sede principale, sia per le unità locali, sono tenute al pagamento del Diritto Annuale, anche per un solo giorno di iscrizione nel corso dell’anno solare. L’importo del diritto è stabilito dal decreto del Ministero dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Il pagamento del Diritto Annuale può essere effettuato, contestualmente alla presentazione della domanda di iscrizione al Registro delle Imprese o all’Albo Imprese Artigiane, qualora sia una prima iscrizione e successivamente con Modello F24 entro luglio dell’anno in corso. In caso di mancato o tardato pagamento, le imprese sono soggette a una sanzione amministrativa dal 10% al 100% del diritto dovuto, ma entro un anno dalla scadenza possono evitare l’irrogazione della sanzione versando gli importi comprensivi di ravvedimento. Possono regolarizzare la posizione inoltrando una mail di richiesta a diritto.annuo@tb.camcom.it o una PEC a: diritto.annuo@pec.tb.camcom.it, indicando i dati della propria azienda.

In mancanza, sarà emesso il ruolo con notifica di cartelle esattoriali. Le imprese non in regola con il diritto annuale non potranno inoltre avere accesso all’erogazione dei contributi camerali.

Il Diritto Annuale è un tributo – previsto dalla legge – che la Camera di Commercio impiega per poter svolgere il suo compito istituzionale e cioè la promozione ed il sostegno dell’economia.

La Camera di Commercio di Treviso-Belluno, con deliberazione di Giunta n. 43 del 28.3.2017, ha approvato per gli anni 2017, 2018, 2019 i tre seguenti progetti:
– “Punto impresa digitale”,
– “I servizi di orientamento al lavoro e alle professioni”,
– “Valorizzazione del patrimonio culturale e promozione del turismo nelle province di Treviso e Belluno”

Manuela Antoniazzi
Referente Ufficio Categorie
0437 933204
mantoniazzi@confartigianatobelluno.eu