Superbonus 110%: online tutte le FAQ del Governo

Dopo l’entrata in vigore della detrazione del 110%, il cosiddetto Superbonus, si sono susseguite una serie di FAQ, come quelle dell’Agenzia delle Entrate e del MEF, per aiutare i contribuenti ad orientarsi con questo nuovo strumento destinato a rendere più efficienti e più sicuri edifici e abitazioni. Anche nel nuovo sito del Governo dedicato interamente al Superbonus 110% è stata inserita un’apposita sezione dedicata a risolvere i quesiti posti dai cittadini, con la possibilità di inviare le proprie domande.

Le FAQ (domande più frequenti) sono ordinate tematicamente in 11 capitoli:

Soggetti beneficiari
Tipologie di immobili ammessi
Interventi trainanti
Interventi trainati
Installazione di sistemi solari fotovoltaici
Limiti di spesa agevolabili
Esempi concreti
Opzione per cessione e sconto in fattura
Rilascio attestazioni e asseverazioni
Adempimenti
Visto di conformità

Tra i vari quesiti sottoposti ai tecnici del Governo, viene chiesto anche se, in caso di interventi realizzati in un condominio composto da più edifici o in un supercondominio serviti da un’unica centrale termica, la verifica del miglioramento di due classi energetiche debba essere effettuata per ogni edificio o per il condominio nel suo complesso.

Per accedere al Superbonus, come è noto, il doppio passaggio di classe è da verificare, mediante gli appositi attestati di prestazione energetica (in breve, A.P.E.) convenzionali ante e post intervento, per i soli fabbricati/condomìni che realizzano l’intervento. Nel caso di sostituzione di un impianto centralizzato che serve tutti i fabbricati che compongono il condominio o tutti i condomìni di un supercondominio, il miglioramento di due classi andrà verificato con riferimento, rispettivamente, all’intero condominio o al supercondominio.

Inoltre, qualora in un condominio costituito da più edifici, la sostituzione dell’impianto termico centralizzato non consenta il miglioramento di due classi energetiche, ma tale risultato sia raggiunto solo per alcuni edifici oggetto di ulteriori interventi trainanti o trainati, possono accedere al Superbonus solo i condòmini che possiedono le unità immobiliari all’interno degli edifici oggetto dei predetti ulteriori interventi. Anche in tale caso, la verifica del rispetto dei requisiti necessari per usufruire della detrazione va effettuata con riferimento a ciascun edificio e, in particolare, il doppio passaggio di classe è attestata mediante gli appositi A.P.E. convenzionali, ante e post intervento, redatti per i singoli edifici oggetto degli interventi.

Possono, invece, accedere, nel rispetto delle condizioni previste, all’ecobonus di cui all’articolo 14 del decreto legge n. 63 del 2013, gli altri condòmini che possiedono le unità immobiliari all’interno degli edifici che – con il solo intervento di sostituzione dell’impianto termico centralizzato – non raggiungono il miglioramento di due classi energetiche.

Un’altra situazione ipotizzata è quella di un intervento trainante condominiale e intervento trainato nel singolo appartamento: in questo caso la verifica del miglioramento delle due classi energetiche va fatta considerando l’edificio nella sua interezza prendendo in considerazione tutti gli interventi, trainanti e trainati. Pertanto, in tale circostanza, ai fini del Superbonus è sufficiente che il miglioramento delle due classi energetiche sia raggiunto dal condominio.