AUTOTRASPORTI – Slovenia: restrizioni per l’ingresso dal 15 luglio

Confartigianato Trasporti comunica che il Governo della Slovenia ha deciso di non applicare più nessuna eccezione al personale viaggiante (nemmeno per i lavoratori in transito) in entrata in Slovenia dal 15 luglio. Pertanto, a partire da tale data è obbligatorio per i camionisti disporre di una certificazione verde COVID-19.

Il decreto impone, per l’ingresso nel Paese senza obbligo di quarantena, uno dei seguenti requisiti:

1 – possesso di un test negativo fatto da non più di 48 (per i test HAG) o 72 ore (test PCR)
2 – un certificato medico che attesti la guarigione dal COVID da non più di sei mesi
3 – un certificato vaccinale “Green Pass” europeo in formato cartaceo o digitale
4 – prova di vaccinazione anti COVID-19 attestando che dalla vaccinazione sono trascorsi:
– dalla seconda dose del vaccino Comirnaty prodotto da Biontech/Pfizer più di 7 giorni,
– dalla seconda dose del vaccino COVID-19 Vaccine prodotto da Moderna più di 14 giorni,
– dalla prima dose del vaccino Vaxzevria (COVID-19 Vaccine) prodotto da AstraZeneca più di 21 giorni,
– dalla dose del vaccino COVID-19 Vaccine Janssen prodotto da Johnson e Johnson/Janssen-Cilag più di 14 giorni,
– dalla prima dose del vaccino Covishield prodotto da Serum Institute of India/AstraZeneca più di 21 giorni,
– dalla seconda dose del vaccino Sputnik V prodotta da Russia’s Gamaleya National Centre of Epidemiology and Microbiology più di 14 giorni,
– dalla seconda dose del vaccino CoronaVac prodotto da Sinovac Biotec più di 14 giorni, oppure
– dalla seconda dose del vaccino COVID-19 Vaccine prodotto da Sinopharm più di 14 giorni;

In assenza di uno di questi requisiti la persona dovrà sottoporsi al periodo di quarantena.

Manuela Antoniazzi
Referente Ufficio Categorie
0437 933204
mantoniazzi@confartigianatobelluno.eu